costruire per gli zar th[pubblicazione]
Nicola Navone
168 pp.
brossura, italiano
Casagrande
ISBN: 9788877135940 - € 21 / frs 29.–
buy now ok

La Fortezza dei santi Pietro e Paolo è uno dei monumenti emblematici di San Pietroburgo, anzi rappresenta sin dal nome il nucleo germinale del grande progetto urbanistico di Pietro il Grande. La sua costruzione è soprattutto opera di Domenico Trezzini. Ma chi era costui? Come arrivò in Russia? E quale curriculum poteva vantare per guadagnarsi un incarico così importante?

5 1 18 BSI2010 400 tn[pubblicazione]
a cura di Nicola Navone
24 x 24 cm, 184 pp.
411 ill. col., 101 ill. b/n
brossura con cofanetto, italiano / inglese
Silvana Editoriale - Mendrisio Academy Press
ISBN: 9788836619030 - € 35 / frs 50.–
buy now ok

Promosso da BSI Architectural Foundation con il patrocinio dell’Ufficio Federale della Cultura e dell’Accademia di architettura-Università della Svizzera italiana, e il coordinamento dell’Archivio del Moderno di Mendrisio, il premio internazionale BSI Swiss Architectural Award è attribuito ad architetti di età non superiore ai 50 anni, senza distinzione di nazionalità, che hanno offerto un contributo rilevante alla cultura architettonica contemporanea, dimostrando una particolare sensibilità nei riguardi del contesto paesaggistico e ambientale.


5 1 19 Moretti 400 tn[pubblicazione]
a cura di Letizia Tedeschi, Bruno Reichlin
24 x 28 cm, 472 pp.
450 ill. col., 48 ill. b/n
brossura, italiana
Electa
ISBN 9788837075750 - € 70
Esaurito

L’architetto romano fu, oltre che un teorico della spazialità, un virtuoso della composizione architettonica pronto a sperimentare sempre nuove configurazioni e a raccogliere diverse suggestioni.

5 1 20 BagniBellinzona 400 tn[pubblicazione]
a cura di Nicola Navone, Bruno Reichlin
24 x 28 cm, 220 pp.
387 ill. b/n e col.
brossura, italiano
Mendrisio Academy Press
ISBN 9788836623013 - € 35 / frs 50.-
buy now ok

Esito di un concorso pubblico bandito nell’estate del 1967, il Bagno di Bellinzona di Aurelio Galfetti, Flora Ruchat-Roncati e Ivo Trümpy offre la prima manifestazione concreta di quella “architettura territoriale” che ha caratterizzato, dalla fine degli anni Sessanta sino agli sviluppi più recenti, l’architettura ticinese.


Privacy Policy