5 1 19 Moretti 400
a cura di Letizia Tedeschi, Bruno Reichlin
24 x 28 cm, 472 pp.
450 ill. col., 48 ill. b/n
brossura
italiana
Electa
ISBN 9788837075750
€ 70
Esaurito

L’architetto romano fu, oltre che un teorico della spazialità, un virtuoso della composizione architettonica pronto a sperimentare sempre nuove configurazioni e a raccogliere diverse suggestioni. Il catalogo e la mostra sono il risultato di oltre quattro anni di ricerche condotte dall’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana e la Fondazione Archivio del Moderno con l’Università degli studi “La Sapienza” e l’Archivio Centrale dello Stato. La ricerca sulla complessa figura di Moretti ha come obiettivo lo studio del suo originale contributo alla cultura architettonica italiana del ventennio fascista e del dopoguerra, a partire dall’analisi delle opere realizzate, dei progetti e degli scritti. L’opera di Moretti è caratterizzata dalla continua ricerca di nuovi modi di espressione della forma, risultanti dall’attitudine a coniugare la solida formazione classica e “romana” con l’interesse e l’apertura verso le nuove forme sperimentali di conoscenza della realtà che si profilavano soprattutto negli anni Cinquanta e Sessanta in campo artistico e scientifico. La ricostruzione degli antefatti culturali, lo studio attento degli scritti e della sua attività di gallerista, editore, anche regista, permetteranno di approfondire il processo che ha condotto l’architetto a formulare riflessioni originali intorno ad alcuni temi chiave, quali il rapporto dialettico del presente storico con il passato.
Privacy Policy