[ricerca]
Il progetto di ricerca mira a sviluppare nuovi metodi di analisi e nuovi strumenti critici da impiegare nelle indagini su quelle opere di architettura del XX secolo che coinvolgono l’osservatore nel processo di “cooperazione interpretativa”, inducendo importanti ricadute emotive. Queste ultime, spesso all’origine di alterazioni dell’attività di acquisizione cognitiva, si producono in presenza di quell’insieme di componenti che fanno “figura” (un’aggregazione temporanea di elementi di senso concluso che l’osservatore, in base alla sua sensibilità, riconosce nell’opera) e che inducono, nel percipiente, una tensione emotiva.
Il progetto si articola in due fasi. La prima, contraddistinta da un’esplorazione di carattere teorico, prevede lo studio delle metodologie di analisi messe a punto soprattutto dalla critica d’arte e del testo letterario e dalle scienze cognitive e di alcune nozioni e strumenti chiave per l’interpretazione delle opere (quali la nozione di stile e di intertestualità, l’analisi genetica, le pratiche della semiotica tensiva, della semiotica delle passioni, delle immagini e della percezione, il montaggio, l’anacronismo dello sguardo critico, la temporalità delle immagini, il reverse engineering, ecc.), al fine di elaborare strumenti critici adeguati e utili alla critica architettonica. La seconda fase rappresenta il momento della sperimentazione su casi concreti degli strumenti critici individuati, della loro verifica ed, eventualmente, modifica. Si tratterà dunque di condurre delle analisi-pilota su gruppi di opere dove la spazialità moderna assume le forme più originali e dove è possibile riconoscere la presenza di “formes émouvantes” che per differenti ragioni esercitano una forza “patetica” e una presa psicologica sull’osservatore.

Partner: École Nationale Supérieure d'Architecture de Versailles
Responsabile del progetto
Annalisa Viati Navone
Durata 2012-2018

Esiti

Pubblicazionie di saggi
_ A. Viati Navone, «A l’origine de l’émotion architectural». Les structures baroques de Luigi Moretti 1907-1973, “Fabrica. Travaux d’histoire culturelle et sociale de l’architecture et de ses territoires”, 2013, n. 7, pp. 151-173.
_ A. Viati Navone, A Milan, du Movimento Arte Concreta au Mac-Espace, in D. Gay (a cura di), L’été 1954 à Biot, Architecture Formes Couleurs, catalogo della mostra (Biot, Musée National Fernand Léger, 25 giugno-26 settembre 2016), Paris 2016, pp. 32-35.

Organizzazione dei convegni
_ Synthèse des arts et unité de création. Vies d’André Bloc, a cura di P. Amaldi, C. Bruant, A. Viati Navone, I sessione del convegno internazionale di studi, Parigi, Fondation Suisse, Cité internationale universitaire, 7 aprile 2015 e Versailles, Léav-École nationale supérieure d’architecture, 8 aprile 2015.
_ Sintesi delle arti e unità di creazione. Vite di André Bloc, a cura di P. Amaldi, C. Bruant, A. Viati Navone, II sessione del convegno internazionale di studi, Lugano, LAC-Lugano Arte Cultura, 3-4 novembre 2016.
_ Arti e architettura. Il contributo di André Bloc 1950-1970, convegno internazionale di studi promosso da Cluster He Modern, Università IUAV di Venezia, LéaV-École nationale supérieure d’architecture de Versailles, Archivio del Moderno (USI), Venezia, Università IUAV, 15 maggio 2018.

Conferenze, relazioni a convegni e lezioni universitarie

_ A. Viati Navone, Tectoniques néoréalistes et baroques dans l’Italie de l’après-guerre, Laboratoire des techniques et de la sauvegarde de l’architecture moderne, Losanna, EPFL École polytechnique fédérale, 26 novembre 2012.
_ A. Viati Navone, Luigi Moretti (1907-1973). L’architecture comme «enchantement», conferenza nell’ambito del master “Histoire culturelle et sociale de l’architecture et de ses territoires” e della scuola dottorale, École nationale supérieure d’architecture de Versailles, 1 marzo 2013.
_ A. Viati Navone, La Saracena di Luigi Moretti. Uno spazio barocco moderno, conferenza nell’ambito del “Laboratorio integrato di progettazione architettonica e urbana” e “Storia dell’architettura”, Istituto Universitario di Architettura di Venezia – IUAV, 22 maggio 2013.
_ A. Viati Navone, «Una forma percettivamente instabile quanto salda». La casa La Scala di Vittoriano Viganò per André Bloc, relazione al convegno internazionale di studi L’architettura e le arti 1945-1970. Paragoni e intertesti, Roma, Istituto Svizzero e American Academy, 29-31 ottobre 2014.
_ A. Viati Navone, Correspondances italiennes. La maison Escalier de Vittoriano Viganò pour André Bloc (1953-1958), relazione al convegno internazionale di studi Synthèse des arts et unité de création. Vies d’André Bloc, Parigi, Fondation Suisse, Cité internationale universitaire, 7 aprile 2015 e Versailles, Léav-École nationale supérieure d’architecture, 8 aprile 2015.
_ A. Viati Navone, 1954: La “Casa sperimentale B24”. La maison comme habitacle de vies nomades, relazione alla giornata di studi internazionale Le rôle des expositions dans la mise en place d’un discours sur l’habitation au XXe siècle, a cura di A. Debarre, A. De Magistris, F. Floré, C. Maumi, J.-L. Violeau, Parigi-Malaquais, Ensa, 13 maggio 2016.
_ A. Viati Navone, Interazioni fra Bloc e Viganò. L’eredità della Casa La Scala, relazione al seminario internazionale Itinerari nell’architettura di Vittoriano Viganò, a cura di G. Bertelli, A. Gritti, G. Pasqui, A. Rocca, I. Valente, Gardone Riviera, Vittoriale degli italiani, 23 maggio 2016.
_ A. Viati Navone, Expériences de synthèse des arts. Le cas italien Movimento Arte concreta-Espace, relazione alla giornata di studi Peintres, sculpteurs, architectes: le Groupe Espace et ses réseaux internationaux, Biot, Musée national Fernand Léger, 3 luglio 2016.
_ A. Viati Navone, «Esperimenti di sintesi delle arti». Analogie fra MAC e Groupe Espace, relazione al convegno internazionale di studi Sintesi delle arti e unità di creazione. Vite di André Bloc, Lugano, LAC-Lugano Arte Cultura, 3-4 novembre 2016.
_ A. Viati Navone, L’Unità di creazione secondo André Bloc, relazione alla giornata di studi André Bloc e l’integrazione delle arti plastiche nella vita, a cura di M. Del Francia et V. Gensini, Firenze, Museo del Novecento, 27 settembre 2017.
_ A. Viati Navone, Note sullo stato della ricerca, relazione al convegno internazionale di studi Arti e architettura. Il contributo di André Bloc 1950-1970, a cura di P. Faccio, F. Guerra, A. Viati Navone, Venezia, Università IUAV, 15 maggio 2018.

Organizzazione delle mostre
_ Structure Sculpture. Architecture et performance de 1960 à nos jours à Genève, a cura di P. Amaldi, M. Favre e A. Viati Navone, Ginevra, «Le Commun», BAC (Bâtiment d’Art Contemporain), 22 giugno-30 agosto 2017.
_ Arti e architettura. Il contributo di André Bloc 1950-1970, a cura di P. Faccio, F. Guerra e A. Viati Navone, Università IUAV di Venezia, Salle Gino Valle, 2-18 maggio 2018.
Privacy Policy