5 1 7 minoletti 400
Elena Triunveri

15 x 21 cm, 384 pp.
144 ill. b/n
brossura
italiano
Silvana Editoriale - Mendrisio Academy Press
ISBN 9788836628513
€ 30 / frs 35.–
buy now ok

Giulio Minoletti (1910-1981) si laurea in Architettura nel 1931, a soli 21 anni, dopo aver annoverato, durante gli studi universitari, esperienze di illustratore e creatore di moda. Al Politecnico di Milano segue un percorso formativo di matrice tradizionalista, ma allo stesso tempo osserva con interesse il lavoro di Le Corbusier o Gropius, mostrandosi un convinto assertore della modernità. La sua lunga traiettoria professionale attraversa due fortunate stagioni, quella degli anni Trenta e quella del periodo della Ricostruzione e si connota per un’insolita poliedricità di interessi: presente in tutte le Triennali dal 1930 al 1957, assistente alla Scuola di Ingegneria del Politecnico di Milano dal 1930 al 1949, attivo nel dibattito architettonico milanese, Minoletti opera senza preclusioni di scala passando dal disegno della città a quello dell’oggetto, con una disinvoltura che è segno di una «versatilità tutta italiana», come osserverà Gio Ponti.
L’archivio professionale di Giulio Minoletti, di cui questo volume presenta l’inventario analitico, è conservato presso l’Archivio del Moderno di Mendrisio.

Sommario
«Fare l'architetto è bellissimo». Giulio Minoletti tra rigore professionale e joie de vivre; Storia rchivistica e criteri di riordinamento; Progetti, studi e disegni; Fotografie; Sritti e pubblicazioni; Altri materiali; Biblioteca; Progetti e studi di altri e non identificati; Strumenti di corredo; Portfolio 1936-1962; Apparati.
Privacy Policy