5 1 11 Saracena 400
Annalisa Viati Navone
19 x 24.5 cm, 324 pp.
257 ill. b/n, 19 ill. col.
brossura
italiano
Silvana Editoriale - Mendrisio Academy Press
ISBN 9788836622979
€ 38 / frs 45.–
buy now ok

Villa La Saracena, ideata e costruita fra il 1955 e il 1957 sulla costa tirrena di Santa Marinella, vicino a Roma, segna la pienezza del tempo professionale di Luigi Moretti (1907-1973). Di questo capolavoro, il presente volume ripercorre minutamente la storia progettuale e propone un’originale interpretazione fondata sulle categorie critiche della “mediterraneità”, del Barocco e dell’Informale, al centro di un vivace dibattito culturale negli anni Cinquanta. Ne emerge il ruolo di protagonista dello spazio interno, da cui procedono forma e struttura, e da cui promanano movimenti di superfici, modulazioni luministiche, singolari trasmutazioni di materia che sollecitano senza posa la sfera emotiva dell’osservatore.
Prefazione di Bruno Reichlin.

Sommario
Prefazione, Bruno Reichlin; Premessa; Storia e fortuna critica; L'analisi genetica dell'opera; "Mediterraneità": un suggestivo intertesto; Barocco proteiforme e informale; Il rapporto dialogico fra Barocco e Spazio; Apparati. 
Privacy Policy