5 1 25 Tami 400
a cura di Kenneth Frampton, Riccardo Bergossi
24 x 28 cm, 496 pp.
800 ill. b/n
cartonato
italiano
Mendrisio Academy Press, Mendrisio
ISBN 9788887624373
€ 75 / frs 120.–
Esaurito

Padre fondatore dell’architettura contemporanea in Ticino, Rino Tami (1908-1994) progetta, giovanissimo, la Biblioteca cantonale di Lugano (1936-1940), primo eccellente esempio di edificio pubblico moderno ticinese. Negli anni Quaranta l’architettura organica diventa una delle componenti del suo ampio retaggio culturale. La maturità professionale, raggiunta negli anni Cinquanta e Sessanta con edifici pubblici (Sede della Radio della Svizzera Italiana a Lugano) e residenze (Casa Torre a Lugano, Casa Nadig a Maroggia), coincide con il suo impegno didattico al Politecnico di Zurigo. A partire dagli anni Sessanta ebbe anche l’incarico della supervisione architettonica della tratta ticinese dell’autostrada svizzera, comprendente il disegno dei manufatti: entrate delle gallerie, ponti, portali, viadotti, muri di sostegno, padiglioni di sosta, servizi igienici, magazzini, pozzi di ventilazione.

Sommario
L'architettura di Rino Tami, Kenneth Frampton; Rino Tami e l'architettura in Ticino negli anni Trenta, Riccardo Bergossi; Rino Tami e la cultura architettonica italiana: punti di tangenza, Giulio Lupo; L'aristocratico empirismo di Rino Tami. Lo studio della Radio della Svizzera Italiana di Camenzind, Jäggli e Tami, Nicola Navone; L'«orgoliosa modestia» della N2, Serena Maffioletti Opere e progetti a cura di Riccardo Bergossi Apparati
Privacy Policy