5 1 40 Soane 400a cura di Angelo Maggi, Nicola Navone
24 x 24 cm, 224 pp.
44 ill. col. e 106 ill. b/n
brossura
italiano
Edizioni dell’Accademia di architettura-Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio-Sir John Soane’s Museum
ISBN 8887624232
€ 45 / frs 70.–
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I ponti di legno di Wettingen, Reichenau e Sciaffusa, opera dei fratelli Johannes e Hans Ulrich Grubenmann, furono oggetto, nella seconda metà del XVIII secolo, di ammirazione e studio da parte di eruditi, ingegneri e architetti. Tra di essi l’inglese John Soane (1753-1837), che li disegnò, mettendone in evidenza soprattutto l’aspetto tecnologico e strutturale, e ne fece argomento di alcune delle sue famose Lecturers alla Royal Academy di Londra.

Sommario
Howard Burns, Da Giulio Cesare ai fratelli Grubenmann: Soane e la storia dei ponti in legno; Nicola Navone, La fortuna dell'opera dei Grubenmann nell'Europa del Settecento; Angelo Maggi, John Soane e la "sublime semplicità della struttura" dei ponti in legno svizzeri; Rolando Bellini, Descriptive sketches in margine ai segni incisi di un baconiano “Regnum Hominis”; Fabio Minazzi, L'Encyclopédie e il valore filosofico delle arti meccaniche; Pierre Gros, Guido Beltramini, Il ponte di Cesare sul Reno; Paola Lanaro, Ponti e vie di communicazione nella Terraferma veneta Apparati
Privacy Policy