[mostra]
a cura di Renzo Dubbini e Roberto Sordina
Archivio Progetti, Istituto Universitario di
Architettura di Venezia, 10 giugno-9 ottobre 1999
in collaborazione con l’Archivio del Moderno, Mendrisio.


Le Corbusier fu invitato nel 1962 dal Comune di Venezia a partecipare al simposio dedicato ai problemi urbanistici della città. In seguito venne richiesto il suo parere per la trasformazione dell’isola ad Ovest della Marittima e per la definizione del settore di San Giobbe. Ma il coinvolgimento di Le Corbusier nelle questioni riguardanti la modernizzazione di Venezia divenne concreto soltanto con l’invito a fornire una proposta per il nuovo ospedale civile.
Questo avvenne successivamente al Concorso del 1963, che aveva fornito interessanti indicazioni dal punto di vista tecnico e proposte non del tutto condivisibili a livello architettonico. Per il Maestro, il nuovo progetto rappresentava l’opportunità di rimettere a fuoco la propria visione urbana, sulla base della sua profonda conoscenza di Venezia, dopo più di un cinquantennio di visite e di studi dedicati alla città più amata e più difficile, emblema dei valori più alti della civiltà urbana. Venezia diveniva la città ideale per una riflessione sul progetto e sulla storia, sulla dialettica tra salvaguardia e modernizzazione.
L’idea dell’Ospedale prende forma nel 1964, dopo una complessa fase di preparazione e di studi. Elogiato dagli esperti e dai critici più avveduti per la geniale interpretazione dello spazio veneziano e per le inedite sorprendenti soluzioni, il progetto viene presentato nell’aprile del 1965. Le Corbusier lo elabora poi ulteriormente con la collaborazione di Guillermo Jullian de la Fuente e di José Oubrerie. Nonostante la stanchezza e le cattive condizioni di salute, il Maestro vuole approfondirne ogni aspetto, intendendolo come un omaggio e un contributo personale alla salvezza della città. Le Corbusier vi lavora fino all’ultimo, poco prima di morire a Cap Martin il 27 agosto 1965.

La mostra riunirà la più ampia documentazione sul progetto, scelta tra i documenti del fondo di proprietà dell’Ospedale Civile di Venezia - 8 schizzi autografi, 20 tavole a colori, 123 tavole su lucido, 50 faldoni di documenti -, e tra quelli conservati presso la Fondation Le Corbusier di Parigi: saranno esposti i primi studi, i disegni delle varie fasi progettuali, modelli, fotografie e altri materiali significativi.
Grazie alla collaborazione con la direzione dell’Ospedale Civile di Venezia (ULSS 12 Veneziana), con la Soprintendenza Archivistica per il Veneto e la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Venezia, l’intero fondo archivistico relativo ai progetti di Le Corbusier e di Guillermo Jullian de la Fuente per il nuovo ospedale (1963-70) e al precedente Concorso internazionale di idee per la progettazione dello stesso ospedale (1963), è stato riordinato, riprodotto e catalogato.
In occasione della mostra saranno pubblicati due volumi che illustreranno la consistenza e le caratteristiche del fondo archivistico e raccoglieranno letture e testimonianze sul progetto e la sua vicenda.
http://www.iuav.it/ARCHIVIO-P/MOSTRE/H-VEN-LC-H/index.htm
Privacy Policy