[giornate di studio]
Atelier II. L’attività edilizia nell’Europa moderna: circuiti della manodopera e organizzazione dei cantieri

Giornate di studio promosse dall’École française de Rome e dal Dipartimento di Economia politica dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, organizzate dall’Archivio del Moderno e dall’Istituto di Storia delle Alpi, Lugano.
Mendrisio, Accademia di architettura, 22 aprile 2005 e Lugano, Università della Svizzera italiana, 23 aprile 2005.

Interventi di: Marija Nikolaeva, Archivio di Stato Russo degli Atti Antichi, Mosca; Olga Kirikova, Archivio del Moderno, Mendrisio; Nicola Navone, Archivio del Moderno, Mendrisio; Helena Serazin, Centro delle ricerche dell’Accademia slovena delle scienze ed arti, Lubiana; Letizia Tedeschi, Archivio del Moderno, Mendrisio; Jean-François Chauvard, Università Marc Bloch, Strasburgo; Stefania Bianchi, Istituto di Storia delle Alpi, Lugano; Luca Mocarelli, Università degli Studi di Milano-Bicocca; Francesco Repishti, Politecnico di Milano; Manuel Vaquero Piñeiro, Università degli Studi di Roma “La Sapienza”; Marino Viganò, Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano; Valeria Tomasi, Fondazione scuola studi avanzati, Venezia; Maria Grazia D’Amelio, Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Nicoletta Marconi, Università degli Studi di Roma Tor Vergata; Silvana Bartoletto, Istituto di studi sulle società del Mediterraneo, Napoli.


L’incontro è dedicato ai protagonisti dell’attività edilizia che hanno animato per secoli i cantieri dell’Europa moderna. Poiché si tratta in larga misura di soggetti provenienti dalla regione prealpina e alpina, ci si soffermerà in primo luogo sulle diverse specializzazioni presenti, sulla origine geografica dei lavoratori, sulle caratteristiche dei circuiti migratori in cui erano inseriti, sulle reti di relazioni e di solidarietà che li sostenevano. Ma adeguato spazio sarà dedicato anche ai rapporti, non sempre facili, di questa forza lavoro migrante con le corporazioni cittadine, alle modalità organizzative dei cantieri e alle molteplici forme di remunerazione del lavoro adottate.

Le giornate di studio si inseriscono nel quadro di un progetto dell’École Française de Rome sull’attività edilizia nell’Italia moderna coordinato da Jean François Chauvard (Université Marc Bloch, Strasburgo) e Luca Mocarelli (Università di Milano Bicocca). La scelta di questo tema si deve alla volontà di discutere e superare un quadro degli studi non del tutto soddisfacente, soprattutto quando ha connesso i massicci investimenti edilizi nelle città italiane dell’età moderna a un peggioramento della congiuntura economica e a un declino delle attività mercantili, liquidando di conseguenza, in modo sbrigativo e preconcetto, un’attività economica senz’altro atipica ma di grande rilievo.
Per approfondire queste piste di ricerca sono previste quattro giornate di studio dedicate rispettivamente ai materiali da costruzione, con una particolare attenzione ai costi e ai circuiti di mercato (Roma 19-20 novembre 2004); all’organizzazione della manodopera e dei cantieri (Lugano e Mendrisio 22-23 aprile 2005); alle strategie familiari e alle scelte d’investimento immobiliari (Roma 2006) e al rapporto tra attività edilizia e congiuntura economica (Milano 2007).

Privacy Policy